Vai a sottomenu e altri contenuti

Informativa nuova Imu anno 2020

Data pubblicazione on line: 09/12/2020

Si informano i contribuenti che entro il 16 dicembre 2020 deve essere effettuato il versamento del SALDO IMU dovuta per l'anno d'imposta corrente.

CHI DEVE PAGARE Sono soggetti passivi IMU il proprietario di immobili, inclusi i terreni e le aree edificabili, a qualsiasi uso destinati, ivi compresi quelli strumentali o alla cui produzione o scambio è diretta l'attività dell'impresa, ovvero il titolare di diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie sugli stessi.

Sono escluse dal pagamento:

· le abitazioni principali e pertinenze della stessa (nella misura massima di una per ciascuna categoria C2, C6 e C7), ad eccezione delle abitazioni classificate nelle categorie A/1, A/8 e A/9;

· i terreni agricoli posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali, iscritti alla previdenza agricola, comprese le società agricole ed i terreni agricoli di cui alle lett. b), c) e d) del comma 758 della Legge 160/2019.

Per l'unità immobiliare concessa dal soggetto passivo in comodato ai parenti in linea retta di primo grado che la utilizzano come abitazione principale è prevista la riduzione del 50% della base imponibile, qualora sussistano le altre condizioni previste dall'art. 1, comma 747, lett. c), della legge 27 dicembre 2019, n. 160. La suddetta agevolazione IMU per le case concesse in comodato d'uso gratuito ai parenti in linea retta di primo grado si estende, in caso di morte del comodatario, al coniuge di quest'ultimo, ma solo se sono presenti figli minori.

CALCOLO DELL'IMPOSTA L'imposta è dovuta per ciascun anno solare, proporzionalmente alla quota ed ai mesi dell'anno nei quali si è protratto il possesso degli immobili. Per ciascun immobile posseduto si devono prendere in considerazione i seguenti elementi:

- BASE IMPONIBILE

- MESI DI POSSESSO

- PERCENTUALE DI POSSESSO

- ALIQUOTA DI RIFERIMENTO

- DETRAZIONI SPETTANTI

SCADENZE DI VERSAMENTO

- 1° rata: Acconto entro il 16 giugno. Imposta dovuta per il primo semestre con aliquote e detrazioni anno 2019. In sede di prima applicazione dell'imposta, la prima rata da corrispondere è pari alla metà di quanto versato a titolo di IMU e TASI per l'anno 2019. È ammesso il pagamento in unica soluzione entro il 16 giugno.

- 2° rata: Saldo entro il 16 dicembre. Saldo sulla base delle aliquote che sono state approvate con la delibera di Consiglio Comunale n.8 del 30/06/2020 e pubblicate nel sito internet del Dipartimento delle Finanze del Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Si ricorda infine che chi non versa l'imposta entro le scadenze previste, può regolarizzare la propria posizione avvalendosi del cosiddetto 'ravvedimento operoso'.

ESENZIONI PER EMERGENZA COVID-191
L'art. 78 del d.l. 14 agosto 2020, n. 104, ''Decreto Agosto'' ha previsto che, in considerazione degli effetti connessi all'emergenza sanitaria da COVID 19, per l'anno 2020, non è dovuta la seconda rata dell'imposta municipale propria (IMU), relativa a:

a) immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, nonché immobili degli stabilimenti termali;

b) immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e relative pertinenze, immobili degli agriturismi, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed & breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate;

c) immobili rientranti nella categoria catastale D in uso da parte di imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell'ambito di eventi fieristici o manifestazioni;

d) immobili rientranti nella categoria catastale D/3 destinati a spettacoli cinematografici, teatri e sale per concerti e spettacoli, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate;

e) immobili destinati a discoteche, sale da ballo, night-club e simili, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

SPORTELLO INFORMAZIONI

Gli uffici del Servizio Tributi sono a disposizione per ogni ulteriore informazione
esclusivamente attraverso i seguenti contatti telefonici e/o via mail:
- Telefono: 0782600769 - 0782600766
- Email: fabiana.congiu@comuneditortoli.it ; servizio.tributi.ragioneria@comuneditortoli.it ;
- PEC: protocollo@pec.comuneditortoli.it

L'Ufficio tributi riceve per appuntamento, soltanto per urgenze eccezionali, dda concordare con gli operatori e nel rispetto delle disposizioni vigenti.

Ulteriori dettagli e i codici per il versamento nell'avviso allegato

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Avviso Formato pdf 489 kb

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Area Finanze e Tributi
Indirizzo: Via Garibaldi 1 08048 - Tortolì (NU)
Telefono: 0782600763  
Fax: -
Email:
Email certificata: protocollo@pec.comuneditortoli.it
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto